Entra nella nostra
STANZA N°15

Come ogni antico edificio che si rispetti, anche Palazzo Bontadosi ha una sua leggenda.

Un’ospite speciale di questo antico palazzo è Zia Giannina. Mettiti comodo, ti raccontiamo questa storia.
 

Giannina era la moglie di Luigi Langeli, l’uomo che acquistò il palazzo dai discendenti del Cardinale Bontadosi all’inzio del XX secolo. Luigi e Giannina, umbri di origine, vivevano a Roma, dove lui possedeva una farmacia che preparava medicamenti per i Papi.

Dopo l’acquisto i coniugi si recavano spesso a Montefalco per brevi e lunghi soggiorni, fino a quando un giorno il Sig. Langeli fu trovato morto nel retrobottega della sua farmacia romana tra le braccia di una cliente...

 
 

Zia Giannina si ritrovò pertanto vedova e disonorata dal tradimento e fu tanta la vergogna per l’accaduto che decise di ritirarsi a Palazzo Bontadosi senza uscire più dalla sua camera, l’attuale n. 15. I domestici le servivano qui i pasti e il sacerdote le portava la comunione tutte le domeniche, fino alla sua morte.

Diverse testimonianze, nel corso del tempo, narrano di aver visto o sentito zia Giannina aggirarsi per il Palazzo. Noi finora non abbiamo mai avuto nessun incontro ravvicinato, ma se volete un resoconto dettagliato degli avvistamenti chiedete pure al nostro personale!

 

PRENOTA ORA